mercoledì 7 ottobre 2009

Cos' è un Gas e come funziona: la nostra esperienza


Un Gas (Gruppo di Acquisto Solidale) nasce dal desiderio di staccarsi dai consumi di massa vuoti, anonimi e spesso incapaci di tutelare ambiente e salute umana. Scopo: promuovere abitudini virtuose, favorire le realtà locali, tagliare le filiere e azzerare il traffico su strada il tutto senza spendere di più ma semplicemente spendendo meglio.


Ecco le domande più frequenti che ci riceviamo

Primo passo: trovare le famiglie
Prima si inizia con il passaparola ad amici e parenti poi si da libero sfogo a facebook, giornali locali e altri strumenti più o meno casalinghi di aggregazione e condivisione. Le famiglie interessate aumentano mano mano che si diffonde il verbo, non tutti saranno seri e abbastanza motivati da lasciare le loro vecchie abitudini per acquisirne di nuove ma molti faranno almeno una prova. Ci vorrà tempo per stabilizzare il bacino di consumatori consapevoli. Ricordiamo che più aumentano le famiglie più aumenta l'impegno. L'importante non è crescere ma essere solidali nel progetto, chi partecipa fa prima di tutto un favore a se stesso e non ai promotori!

Secondo passo: la sede
Dopo aver parlato con uno o più produttori locali disponibili a far parte del progetto si cerca una sede idonea. Spesso la cosa più economica e meno impegnativa è l'abitazione privata di un aderente; noi facciamo così ma se questo non fosse possibile si può chiedere al comune uno spazio gratuito o si può concordare con un fornitore la possibilità di condividere uno spazio di sua proprietà.

Quante famiglie necessita un GAS per funzionare?
Diciamo che all'inizio le famiglie non sono molte perché prevale la paura, la diffidenza e l'ignoranza; con 4-5 famiglie i produttori locali non dovrebbero avere difficoltà a partire ma è necessario un accordo preliminare per non incorrere in spiacevoli sorprese! Noi siamo partiti con amici e parenti, circa 5 famiglie e il nostro produttore principale Carlo Breviglieri di Quistello (MN) non ha avuto nessun problema e ora a distanza di soli 6 mesi siamo già ad una totale di 52 famiglie in mailing-list con circa 15 famiglie che acquistano settimanalmente. Questo ci gratifica molto.

Come si acquistano i prodotti?

Nel concreto abbiamo prima creato una mail e poi una mailing-list di tutti gli interessati a cui regolarmente mandiamo loro i listini aggiornati con alcuni dettagli dei prodotti e della loro stagionalità. Diciamo pure che la spesa è via adsl...copia incolla inoltra! Abbiamo anche 4-5 persone non informatizzate che utilizzano il vecchio metodo del telefono e alcuni addirittura ci raggiungono a domicilio per consegnarci i loro ordini. La spesa è personalizzata e ognuno ritira la propria cesta di prodotti senza limiti e senza minimi di quantità...la libertà è fondamentale per noi.

Un GAS è come una bottega specializzata?
Assolutamente NO! I GAS sono realtà fondate sul libero e volontario lavoro di alcune persone che insieme si adoperano per coinvolgere più famiglie possibili per alimentare un tipo di economia ricco di solidarietà e rispetto verso i propri simili e verso il pianeta terra. Non ci sono compensi ne guadagni se non di tipo morale. E' necessario essere mossi da un autentica convinzione personale per essere promotori di un Gruppo di acquisto Solidale.


Cesta di Artemide è un Gruppo di Acquisto Solidale (GAS) reggiolese nato a gennaio di quest'anno per promuovere acquisti sani e rispettosi dell'ambiente, delle persone e dell'economia.


Per ulteriori informazioni siamo sempre a disposizione:
cestadiartemide@gmail.com,
Carolina 0522/973111, 340/3965102
www.cestadiartemide.blogspot.com

Nessun commento:

Posta un commento